Contattaci

-

Acconsento al trattamento dei dati personali.

M’Illumino Di Meno 2018, com’è andata?

M’illumino di meno 2018 ha rappresentato un’intera giornata dedicata al risparmio energetico. L’iniziativa si è tenuta il 23 febbraio di quest’anno. L’evento, giunto alla sua quattordicesima edizione, è promosso da Caterpillar e Rai Radio2.

La giornata del risparmio energetico

M’illumino di meno 2018 è stata dedicata al tema del cammino. In particolare Caterpillar e Rai Radio2 si erano prefissate come obiettivo simbolico il raggiungimento di 555 milioni di passi. Tanti ne occorrerebbero per arrivare dalla Terra alla Luna. Anche quest’anno l’iniziativa ha riscosso successo e ha ottenuto una notevole adesione presso istituzioni, scuole, aziende, enti, fondazioni e cittadini comuni. Questa giornata del risparmio energetico è nata per festeggiare la firma del Protocollo di Kyoto, sottoscritto l’11 dicembre 1997, ma entrato in vigore il 16 febbraio 2005. Il trattato è stato un provvedimento importante finalizzato a ridurre le emissioni nocive di gas serra attraverso le fonti rinnovabili.

M’illumino di meno: il decalogo

In occasione di M’illumino di meno 2018 tutti sono stati invitati a partecipare a 24 ore all’insegna del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili. In tale ambito rientra anche l’impiego delle energie rinnovabili. Legato alle giornate di M’illumino di meno, un decalogo invita a osservare dieci buone pratiche. Spegnere le luci quando non servono. Non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici. Sbrinare frequentemente il frigorifero. Mettere il coperchio sulle pentole quando bolle l’acqua. Abbassare i termosifoni se si sente caldo anziché aprire le finestre. Usare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne. Non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni. Inserire pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni. Limitare l’utilizzo dell’auto andando a piedi o in bici.

M’illumino di meno: le iniziative

M’illumino di meno 2018 è stata una giornata simbolica, ma anche concreta, a cui hanno preso parte molte realtà istituzionali, culturali, scolastiche e aziendali. Il tema del risparmio energetico e delle energie pulite è sempre più sentito nei contesti domestici, nelle imprese e a livello governativo. Per M’illumino di meno le iniziative sono state molteplici. In decine di musei si sono organizzate visite guidate a bassa luminosità. Nelle scuole si è discusso di efficienza energetica. In vari ristoranti si è cenato a lume di candela. Nelle piazze si è fatta osservazione astronomica. Hanno aderito siti storico-archeologici e artistici di rilievo internazionale come gli scavi di Pompei, gli Uffizi, Paestum, Palazzo Reale di Genova, le Gallerie dell’Accademia di Venezia, il Colosseo, il Castello di Miramare di Trieste e i Musei Reali di Torino.

Condividi