Contattaci

-

Acconsento al trattamento dei dati personali.

Le energie rinnovabili in Europa

Le energie rinnovabili sono in continua crescita in Europa. È stato calcolato che in dieci anni la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili è più che raddoppiata e per la prima volta ha superato la fonte fossile.

Le energie rinnovabili nell’Unione Europea

A quanto ammonta la produzione di energie rinnovabili in Europa? Nel 2017 eolico, solare, idroelettrico e biomasse hanno totalizzato 679 terawattora di energia elettrica. L’elettricità prodotta dal carbone, invece, è scesa a 669 terawattora. È quanto emerge dai dati rilevati dalle associazioni Sandbag e Agora Energiewende, pubblicati nel rapporto European Power Sector. Per le energie rinnovabili nell’Unione Europea si tratta di un record messo a segno nell’ultimo decennio, dal 2010 allo scorso anno. In dodici mesi, tra il 2016 e il 2017, la produzione elettrica nel Vecchio Continente è incrementata di 72 terawattora, quasi il triplo dell’intera domanda di elettricità in Italia.

La classifica delle energie rinnovabili in Europa

Lo sviluppo delle energie rinnovabili nel nostro continente non è avvenuto in tutti gli Stati in modo omogeneo. In base al report citato nel precedente paragrafo, solo due Paesi hanno inciso significativamente nella crescita delle energie rinnovabili in Europa. Il 56 per cento di tali risorse, considerate nel loro complesso, proviene da Germania e Regno Unito. Anche sulla base di ulteriori classifiche europee e mondiali, la Svezia risulta un’altra nazione particolarmente virtuosa. Il Paese scandinavo punta a essere il primo in Europa a non utilizzare più combustibili fossili entro pochi anni. In Danimarca si registra la maggior produzione di energia elettrica tramite l’eolico.

L’energia sostenibile in Italia

L’aumento delle energie rinnovabili in Europa ha segnato un calo della produzione di elettricità dal carbone, pari al 25 per cento in cinque anni. Nello stesso tempo, fotovoltaico residenziale e fotovoltaico industriale, idroelettrico, eolico e biomasse sono settori in costante crescita, seppure con esiti diversi a seconda delle nazioni europee. Che futuro si prevede per l’energia sostenibile in Italia? I risultati dello studio Italy 100% Renewable: A Suitable Energy Transition Roadmap del 2016 sono incoraggianti. Gli autori di tale analisi hanno stimato che il fabbisogno energetico totale del nostro Paese nel 2050 raggiungerà il valore annuale di 730 terawattora, circa il 230% di quella attuale (315 terawattora).

Condividi