Contattaci

-

Acconsento al trattamento dei dati personali.

Impianti idroelettrici: importante la riqualificazione

Gli impianti idroelettrici sono un tipo di tecnologia legata a una fonte rinnovabile piuttosto discussa. Da un lato si ha sempre più bisogno di energia, soprattutto in Europa, in seguito al decommissioning del nucleare. Dall’altro, però, è importante abbattere le emissioni nocive per l’ambiente.

L’acqua e l’energia rinnovabile

Secondo molti riqualificare gli impianti idroelettrici esistenti può essere una valida soluzione per salvaguardare entrambe le finalità. Per supportare tale tesi la rivista Nature Sustainability ha citato uno studio recente del Politecnico di Milano, coordinato dal professor Andrea Castelletti, in collaborazione con l’Università di Berkeley. L’analisi ha evidenziato che c’è modo di sfruttare l’acqua per l’energia rinnovabile limitando l’impatto sull’ecosistema dei fiumi. Allo stesso tempo l’indagine ha dimostrato che, pianificando strategicamente la costruzione di dighe, è possibile aumentare la produzione di energia idroelettrica.

La centrale idroelettrica

La riqualificazione di impianti idroelettrici può avvenire attraverso mediante la sistemazione e la ristrutturazione delle opere esistenti. Il processo passa anche attraverso la realizzazione di un tipo di centrale idroelettrica che punti a ottimizzare la produzione energetica in modo sostenibile. Opere di questo genere sono necessarie soprattutto nei Paesi economicamente più avanzati, dove il potenziale idroelettrico è ormai saturo. In Europa e in Italia gran parte del lavoro più urgente attualmente riguarda la manutenzione di simili impianti. Laddove è possibile, vengono riqualificati in ottica sostenibile. Altrimenti occorre rimuovere quelli eccessivamente obsoleti. In generale quello che serve è una opportuna pianificazione energetica in base alle risorse disponibili e alla tutela ambientale.

L’energia idroelettrica

Riqualificare gli impianti idroelettrici rappresenta pertanto un’interessante opportunità. Il tema è sempre più discusso sui tavoli istituzionali e presso gli enti governativi. L’energia idroelettrica è considerata una delle fonti rinnovabili più conveniente da vari punti di vista. Ciò vale tanto nel caso di impianti nuovi di zecca, quanto in quello di vecchi sistemi riqualificati. La produzione di energia a partire dall’acqua non comporta alcuna emissione nociva. I costi di produzione e di manutenzione delle centrali risulta relativamente basso. Rispetto alle strutture termoelettriche o nucleari, quelle idroelettriche richiedono tempi minori per essere attivate o spente in caso di emergenza.

Condividi