Contattaci

-

Acconsento al trattamento dei dati personali.

Fotovoltaico stand alone: norme e obblighi       

Hai mai sentito parlare di fotovoltaico stand alone? Con questa espressione si fa riferimento a un tipo di impianto “a isola” che di solito si utilizza in ambito residenziale, nei casi in cui un’abitazione non sia dotata di energia elettrica.

Impianto stand alone: significato

Il fotovoltaico stand alone consente di avere energia elettrica generata dal calore del sole a un costo relativamente basso e di facile gestione. Provenendo da una fonte rinnovabile, è ovviamente un tipo di energia pulita e silenziosa, che non inquina l’ambiente né produce fastidiosi rumori. Stand alone: il significato di questa espressione fa riferimento a impianti indipendenti, ovvero non connessi ad alcuna rete di distribuzione. Infatti gli impianti stand alone, detti anche “a isola”, forniscono energia direttamente all’abitazione nella quale sono stati installati. Sistemi fotovoltaici di questo tipo sono utili in contesti isolati baite di montagna, imbarcazioni, camper, ponti radio.

L’impianto fotovoltaico stand alone: altri vantaggi

Il fotovoltaico stand alone presenta diversi punti di forza da considerare in tutti quei casi in cui un’abitazione o un mezzo di trasporto non può essere connesso alla rete tradizionale fornitrice di energia elettrica. L’impianto fotovoltaico stand alone è conosciuto non solo come impianto ad “ad isola”, ma anche come impianto “off grid”. Richiedi un preventivo se ritieni di avere necessità di un simile sistema. Ricorda che la totale indipendenza dell’energia accumulata dai pannelli solari fotovoltaici tramite un impianto stand alone rende il consumo energetico autosufficiente anche nelle ore notturne o se salta la corrente tradizionale.

Impianti fotovoltaici con accumulo: come funzionano

Il fotovoltaico stand alone dispone di diversi sistemi che possono essere presi in considerazione dagli utenti. Sempre nell’ambito della struttura indipendente “a isola”, esistono anche kit fotovoltaici con accumulo di energia. Come funzionano? Si tratta di dispositivi che immagazzinano l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici in batterie e alimentano le utenze domestiche a prescindere dalla rete elettrica, di notte o in giornate di maltempo. Nessun problema nel caso in cui si scarichino le batterie: è possibile alimentare le proprie utenze con la rete pubblica oppure con un generatore. Contatta lo staff qualificato ed esperto di Teampower e richiedi una consulenza per la tua abitazione se vuoi passare al fotovoltaico.

0 Shares
Condividi